Descrizione

Che cosa resta dell’anima?

Siamo spesso a disagio, oggi, quando sentiamo parlare di anima: una nozione che ci è stata consegnata da tanti secoli di tradizione teologica, che si è sedimentata nel linguaggio, che ha rappresentato il cardine di una visione dell’essere umano, a lungo considerata pertinente – ma che non corrisponde più, nel nostro tempo, a un’evidenza condivisa. Che cosa resta dell’anima? Come affrontare questa situazione di disagio, tra l’impaccio di un discorso che si percepisce come inadeguato, e l’esigenza di non abbandonare questioni di capitale importanza per la maniera umana di concepire se stessi?

La riflessione teologica non ha ricette immediate da proporre, ma può interrogarsi su ciò che la nozione di anima ha rappresentato, riconoscere le sfide che nuovi contesti e nuove domande fanno emergere, sondare i limiti della tradizione così come le sue potenzialità ancora inesplorate.

Il volume raccoglie i contributi della Settimana Teologica organizzata a Camaldoli nell’agosto 2019 in collaborazione con l’Associazione Teologica Italiana; sono pagine che offriamo ai lettori come supporto per la loro personale esplorazione della realtà intima e misteriosa che ci costituisce.