Descrizione

Bibbia e arte 2016
Matteo Ferrari e Giovanni Gardini

Giona sei tu!
Percorso biblico
e iconografico
sul libro di Giona

Il racconto biblico di Giona ha ispirato, fin dall’epoca antica, numerose scene dell’arte cristiana,
una fortuna iconografica rafforzata anche dall’esegesi patristica che ha interpretato la figura del
Profeta come prefigurazione della passione, morte
e resurrezione del Cristo e, al tempo stesso, evidente allusione all’universalità della Chiesa: Giona
è il profeta inviato a predicare la conversione alla
città di Ninive. Gesù stesso parla del segno di
Giona: «come infatti Giona rimase tre giorni e tre
notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell’uomo
resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra»
(Mt 12,40). Giona appare in composizioni articolate in diverse scene sia nell’arte funeraria, dalle
pitture delle catacombe ai sarcofagi, sia nelle aule
degli edifici di culto; la sua immagine è presente in
numerosi oggetti, dai vetri dorati alle lucerne, dalle
stoffe agli avori.

Contenuto:

1. Introduzione (Ferrari – Gardini)

2. Giona 1-2 (Ferrari)

3. Giona nell’iconografia cristiana (Gardini)

4. Giona 3-4 (Ferrari)

5. Alcuni esempi (Gardini)

6. Giona nel Nuovo Testamento (Ferrari – Gardini)